LA DONNA CHE POTREBBE CAMBIARE LA FACCIA DI WALL STREET

A statue of a girl facing the Wall St. Bull is seen, as part of a campaign by U.S. fund manager State Street to push companies to put women on their boards, in the financial district in New York, U.S., March 7, 2017. REUTERS/Brendan McDermid

Nel 1989 un’artista di nome Di Modica ha installato il famoso toro di bronzo, ora conosciuto in tutto il mondo, proprio di fronte alla sede della Borsa di Wall Street. All’epoca non era stata richiesta l’autorizzazione ma l’installazione è talmente piaciuta ai newyorkesi che l’amministrazione ha deciso di lasciarla come simbolo del capitalismo americano. La scorsa settimana e precisamente l’8 marzo New York si è svegliata con una nuova immagine: la figura di una giovane donna “fearless” che con aria decisa e sguardo fiero si erge davanti al Toro con un piglio che sembra dire… embè?!

L’iniziativa questa volta è volta a sensibilizzare l’opinione pubblica verso il ruolo delle donne nei  ruoli di leadership… secondo un’indagine di State Street sembrerebbe che le aziende con una forte presenza di leaders al femminile abbiano rese migliori… ma vaaaaa?!

https://www.forbes.com/sites/zackfriedman/2017/03/08/state-street-bronze-statue/#e8760293072b